Una strana sensazione di deja-vu

Sconfitta dei Giovanissimi contro l’Oratorio Livraga per 4-1.

Primo tempo equilibrato in cui i ragazzi del Sanfe, decimati in difesa da infortuni e assenze varie, giocano sotto le loro possibilità soffrendo una squadra il cui gioco si basava esclusivamente sulla ricerca dell’attaccante Buju, molto veloce e che ha messo in difficoltà la nostra difesa improvvisata. Le migliori occasioni nella prima frazione le hanno gli avversari che impegnano più volte Di Guardo. Noi ci rendiamo difficilmente pericolosi, a parte con qualche tiro da fuori che non impegna Polenghi.

Dopo una bella strigliata negli spogliatoi i ragazzi entrano nella ripresa con un atteggiamento migliore cercando di creare occasioni. Al 13′ Martoccia guadagna un calcio di punizione al limite dell’area. Si incarica di battere la punizione Mocka, entrato da poco al posto di Ferrante, che supera la barriera e batte Polenghi per il gol del vantaggio. I ragazzi prendono fiducia e cominciano a macinare gioco sfiorando in due occasioni il gol del raddoppio, prima con Danieli che colpisce la traversa su punizione, e poi con Conca che da posizione ravvicinata non trova la porta.

Ma talvolta gli episodi cambiano le partite… un lancio dalla difesa scavalca i due centrali Danieli e Staltari, posizionati male, Buju prende palla salta Di Guardo in uscita e sigla il gol del pareggio. Cambio obbligato per Mister Rizzi che deve togliere Coscia per far entrare Migliorini, e poi fa entrare Abdelghani al posto di Conca per tentare il tutto per tutto per riprendere i tre punti… ma il tentativo non funziona… la squadra molla completamente ed esce dal campo e prende nel giro di 5 minuti 3 gol da Steffenini, Villaschi e Milanesi.

Una sensazione di deja-vu per Mister Rizzi:

Oggi la partita, soprattutto nel primo tempo, mi ha ricordato quella di Vidardo. Una partita ampiamente alla nostra portata in cui non siamo riusciti a renderci veramente pericolosi. Gia nel riscaldamento avevo capito che i ragazzi non sarebbero entrati in campo con la mentalità giusta. La reazione della prima parte del secondo tempo mi aveva fatto pensare che i ragazzi fossero in grado di capovolgere l’inerzia della partita… ma mi sbagliavo totalmente… in difesa abbiamo commesso troppi errori, in attacco siamo stati troppo inconcludenti e abbiamo cercato di giocare da soli invece che di squadra. Negli ultimi minuti abbiamo tentato di andare a riprendere i 3 punti con un assetto un po’ spregiudicato, dovuto anche a forfait prima della partita e a cambi obbligati per impegni dei ragazzi… non ha funzionato per niente e ce ne prendiamo anche noi le colpe… come se le devono prendere i ragazzi perche in tutti e 3 i gol metà della squadra, o anche di più, non è nemmeno tornata a dare una mano in difesa… Questa batosta spero ci servirà per le prossime partite per far capire ai ragazzi che non bisogna tirare fuori gli attributi solo con le squadre che sono davanti in classifica… altrimenti ce le troveremo tutte davanti in classifica tra un po’. E le tante assenze, soprattutto in difesa, non sono assolutamente una scusante.

Matteo Rizzi

Per i ragazzi il prossimo impegno sarà sabato alle 15.00 in casa contro il Calcio Muzza.

TABELLINO

Oratorio Livraga – San Fereolo 4-1

Oratorio Livraga: Polenghi, Boffelli, Bergomi, Roveda, Ravera, Tenca ( dal 14’st Bracchi), Leonardo, Trabelsi ( dal 21’st Steffenini), Ceresa ( dal 18’st Milanesi), Buju ( dal 37’st Abd El Aty), Scandelli ( dal 1’st Villaschi)
Allenatore: Franco Albergoni

San Fereolo: Di Guardo F., Celaj, Latrach (dal 1’st Di Guardo L.), Merlino, Staltari, Danieli, Conca (dal 30’st Abdelghani), Coscia (dal 25’st Migliorini), Ferrante (dall’11’st Mocka), Cirtoli, Martoccia
A disposizione: Loyola, Previte
Allenatore: Matteo Rizzi

Marcatori: 13’st Mocka, 23’st Buju, 32’st Steffenini, 34’st Villaschi, 36’st Milanesi
Ammoniti: Trabelsi
Arbitro: Alfio Negroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *